Articoli in Primo Piano :
La Redazione La Redazione - 19 giugno 2015

Multe con l’autovelox illegittime

Se il meccanismo non è controllato periodicamente

La Corte Costituzionale con la sentenza 113/2015 depositata ieri ha deciso che le multe prodotte dagli autovelox che non vengono controllati periodicamente sono illegittime. Da notare che fino ad oggi il Codice della strada non prevede l’obbligo della verifica periodica di tutti gli autovelox, ma per prassi essa viene fatta solo per gli autovelox automatici (quelli senza pattuglia, tanto per intenderci). Purtroppo per chi ha già pagato la multa non c’è più nulla da fare, mentre chi ha ricevuto un verbale ma non ha ancora pagato, deve controllare se sullo stesso sia riportata la presenza o meno della pattuglia. In Continua »

La Redazione La Redazione - 17 giugno 2015

Enasarco, procedure elettorali sotto la lente

Forti perplessità sulle specifiche di sicurezza individuate dall’ente per il voto elettronico

I nostri associati e simpatizzanti ben conoscono quanto Federagenti, insieme ad Anasf e Fiaip,  non condivida la posizione dei vertici Enasarco quando parlano di un ente solido e gestito in modo trasparente ed efficiente. Su quest’ultimo punto registriamo che, a fronte di un quadro idilliaco, presentato dai vertici dell’ente –  in cui viene magnificata con enfasi la profonda riorganizzazione degli uffici in atto in questi ultimi anni in una ottica di trasparenza, efficacia ed efficienza, persino alcuni sindacati dei dipendenti della Fondazione hanno ritenuto  opportuno in un recentissimo comunicato smentire perentoriamente tale visione, denunciando tra le altre cose l’assenza di Continua »

La Redazione La Redazione - 13 giugno 2015

Prorogati versamenti UNICO 2015 fino al 6 luglio

La novità riguarda i contribuenti per i quali sono stati approvati gli studi di settore

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 134 del 12.06.2015 il D.p.c.m. 09.06.2015 di proroga dei versamenti delle imposte connesse a UNICO 2015. La proroga, già ipotizzata visto il passato, è  quindi ufficiale. La proroga non riguarda tutti, ma solo coloro che svolgono attività per le quali sono stati elaborati gli studi di settore, per i contribuenti che aderiscono al regime dei minimi o al nuovo regime forfetario. Come negli scorsi anni, rientrano nella proroga anche i soggetti per i quali operano cause di esclusione dagli studi di settore (diverse dall’ammontare di ricavi o compensi superiori al suddetto limite di Continua »

La Redazione La Redazione - 11 giugno 2015

ENASARCO, NUOVI SACRIFICI IN VISTA PER GLI ISCRITTI

ADESSO BASTA!!! ADERISCI ANCHE TU ALLA PROTESTA

E’ ORA CHE IL CONTO SALATO DI SCELTE PROFONDAMENTE SBAGLIATE DA PARTE DI CHI GUIDA L’ENTE NON CADA PIÙ SULLE SPALLE DEGLI AGENTI

Sul sito dell’Enasarco viene riportata la notizia dell’approvazione del Bilancio consuntivo 2014 che viene descritto come “il punto di arrivo della gestione realizzata dall’attuale CdA negli ultimi quattro anni ed il punto di partenza verso traguardi ancora più ambiziosi.” Peccato che, a pag. 91 dello stesso bilancio, si legga che gli uffici della Fondazione dallo scorso febbraio stanno valutando l’ipotesi di diminuire la rivalutazione del montante contributivo, perché le attuali entrate non Continua »

La Redazione La Redazione - 5 giugno 2015

Ancora sull’esclusiva di zona

Talvolta i contratti di agenzia non specificano laddove assegnano all’agente la zona in cui andrà ad operare se l’attribuzione è fatta in via esclusiva o meno e questo crea dubbi e perplessità agli agenti. Sul punto è opportuno ricordare che l’esclusiva è prevista dall’articolo 1743 del codice civile ed è pacificamente considerata dalla dottrina e dalla giurisprudenza un elemento naturale (e non essenziale) del contratto. Ciò vuol dire che se nel contratto sottoscritto tra ditta mandante e agente non è specificato nulla in merito vale quanto previsto dal sopra citato articolo che dispone: “Il preponente non può valersi contemporaneamente di Continua »

La Redazione La Redazione - 26 maggio 2015

Assemblea degli agenti alessandrini

Eletto il nuovo presidente Ettore Carozzo

Si è svolto il 25 maggio u.s. ad Alessandria l’assemblea degli agenti Assoal aderente Federagenti. Durante la riunione, dopo aver ratificato la nuova denominazione in “Associazione Agenti Alessandrini” ed eletto quale nuovo presidente il Dott. Ettore Carozzo, sono stati affrontati diversi temi di strettissima attualità per la categoria, dalle misure per uscire dalla crisi, al Fisco, alle elezioni Enasarco. Successivamente il segretario generale Federagenti Luca Gaburro ha voluto personalmente ringraziare il presidente uscente dell’associazione Dott. Luigi Brisone per l’opera prestata in tanti anni a favore della categoria. “L’affetto e la stima da parte degli iscritti mostrate in questa occasione è la testimonianza più efficace di come Brisone abbia svolto il Continua »

La Redazione La Redazione - 18 maggio 2015

Maturazione del requisito pensionistico e diritto alle indennità di fine rapporto

Una tra le domande più frequenti è volta a comprendere quando l’agente possa andare in pensione conservando il diritto a percepire le indennità di fine rapporto. È opportuno dire subito che occorre fare molta attenzione alla normativa che regola il contratto. Infatti in base alla dettagliata previsione contenuta nell’art. 10 dell’AEC Industria del 2014 l’agente conserva il diritto alle indennità di fine rapporto se matura:

- il diritto alla pensione di vecchiaia o vecchiaia anticipata Enasarco;

- il diritto alla pensione di vecchiaia o vecchiaia anticipata Inps.

Più restrittivo è invece la disposizione contenuta nell’art. 11 dell’AEC Commercio del 2009 in base alla Continua »

La Redazione La Redazione - 7 maggio 2015

Recesso in tronco ed onere della prova

Accade talvolta che il preponente receda in tronco dal contratto giustificando il fatto a causa del calo di fatturato rilevato nella zona di competenza dell’agente ed esimendosi così dal pagamento delle indennità di fine rapporto altrimenti dovute. È ovvio che in un eventuale giudizio potrebbe essere difficile per l’agente provare che quel calo non è a lui addebitabile. Sul punto è allora importante ricordare che per pacifica giurisprudenza, in siffatti casi, è onere del preponente fornire la prova di quanto asserito ed in particolare provare che il calo del fatturato nella zona dell’agente rappresenti un’anomalia rispetto per esempio ai dati Continua »

La Redazione La Redazione - 21 aprile 2015

Come difendersi dall’assurdità degli studi di settore

Continuiamo a ricevere da molti colleghi lamentele circa l’operato dell’Agenzia delle entrate che sulla base degli studi di settore continua a notificare richieste di pagamento di imposte su redditi in realtà mai percepiti dagli agenti. La Corte di Cassazione ha più volte evidenziato come gli studi di settore non costituiscano un fatto concreto, ma rappresentino un’estrapolazione statistica di dati acquisiti su campioni di contribuenti con la conseguenza  che i valori attribuiti al contribuente non possono supportare l’accertamento, che anzi deve essere fondato su elementi concreti. In particolare la Cassazione ha già ritenuto illegittimo, in più di una occasione accertamenti fondati Continua »

La Redazione La Redazione - 16 aprile 2015

Cosa fare se non si riceve la certificazione dei compensi ai fini della dichiarazione dei redditi

Specialmente durante il periodo che precede la dichiarazione dei redditi riceviamo dagli agenti richieste su come comportarsi laddove non ricevano (o in alcuni casi non riescano ad ottenere) dalla mandante la certificazione dei compensi percepiti. Ricordiamo a tal proposito che sul punto l’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione numero 68/E del 2009, ha specificato che al contribuente, che non sia in grado di esibire la certificazione, è consentito scomputare in modo legittimo quanto pagato a titolo di imposta a condizione: “che sia in grado di documentare l’effettivo assoggettamento a ritenuta tramite esibizione congiunta della fattura e della relativa documentazione, proveniente Continua »