Articoli in Primo Piano :
La Redazione La Redazione - 21 aprile 2015

Come difendersi dall’assurdità degli studi di settore

Continuiamo a ricevere da molti colleghi lamentele circa l’operato dell’Agenzia delle entrate che sulla base degli studi di settore continua a notificare richieste di pagamento di imposte su redditi in realtà mai percepiti dagli agenti. La Corte di Cassazione ha più volte evidenziato come gli studi di settore non costituiscano un fatto concreto, ma rappresentino un’estrapolazione statistica di dati acquisiti su campioni di contribuenti con la conseguenza  che i valori attribuiti al contribuente non possono supportare l’accertamento, che anzi deve essere fondato su elementi concreti. In particolare la Cassazione ha già ritenuto illegittimo, in più di una occasione accertamenti fondati Continua »

La Redazione La Redazione - 16 aprile 2015

Cosa fare se non si riceve la certificazione dei compensi ai fini della dichiarazione dei redditi

Specialmente durante il periodo che precede la dichiarazione dei redditi riceviamo dagli agenti richieste su come comportarsi laddove non ricevano (o in alcuni casi non riescano ad ottenere) dalla mandante la certificazione dei compensi percepiti. Ricordiamo a tal proposito che sul punto l’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione numero 68/E del 2009, ha specificato che al contribuente, che non sia in grado di esibire la certificazione, è consentito scomputare in modo legittimo quanto pagato a titolo di imposta a condizione: “che sia in grado di documentare l’effettivo assoggettamento a ritenuta tramite esibizione congiunta della fattura e della relativa documentazione, proveniente Continua »

La Redazione La Redazione - 1 aprile 2015

Quando l’inadempimento della mandante giustifica il recesso per giusta causa

Una sentenza della Cassazione dà ragione ad un nostro collega

La valutazione della gravità dell’inadempimento ai fini dell’eventuale recesso per giusta causa è sempre fonte di contestazione fra aziende preponenti ed agenti. Anche per gli addetti ai lavori non è sempre facile individuare con certezza comportamenti e/o inadempimenti che, con sicurezza, possano essere considerati di una tale gravità da giustificare il recesso in tronco di una delle parti. Se è pacifico che il mancato versamento dei contributi previdenziali o la sistematica violazione dell’esclusiva siano comportamenti tali da legittimare un recesso per giusta causa, sono molte le condotte che rimangono in una linea d’ombra e che spesso inducono, prudentemente, i consulenti Continua »

La Redazione La Redazione - 27 marzo 2015

Ritenute d’acconto in misura ridotta, possibile la comunicazione via pec

Il Decreto semplificazioni introduce la facoltà di inviare anche tramite pec la dichiarazione per usufruire della ritenuta d’acconto in misura ridotta, ovvero commisurata al 20% dell’importo delle provvigioni stesse, per i soggetti che percepiscono provvigioni inerenti a rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione, di rappresentanza di commercio e di procacciamento che nell’esercizio della propria attività , si avvalgono in via continuativa dell’opera di dipendenti o di terzi. Un decreto ministeriale detterà la relativa disciplina di attuazione, ma viene introdotta la facoltà di inviare la dichiarazione in oggetto anche tramite casella di posta elettronica certificata e tale comunicazione avrà validità Continua »

La Redazione La Redazione - 24 marzo 2015

Avviso per gli associati di Venezia

Spostamento sede

Egregio Collega,

Ti informiamo che dal 1° aprile 2015 la sede Federagenti di Venezia si sposterà in Via  A. Olivi 4/a – 30171 Mestre Venezia, presso lo Studio Colucci-Tigani. Come consuetudine si continua a ricevere previo appuntamento contattando il 335.5294659

Continua »
La Redazione La Redazione - 16 marzo 2015

IRAP, anche dalla Sicilia le prime notizie positive

Rivolgetevi alle nostre sedi per ricevere la necessaria assistenza

I tempi di discussione delle cause sono purtroppo lenti e ciò vale anche per i giudizi davanti alle Commissioni Tributarie provinciali. In Sicilia specialmente i termini si dilatano ancora di più e cominciano quindi solo ora ad arrivare i primi esiti dei ricorsi depositati svariati anni fa avverso il pagamento dell’Irap da parte di alcuni agenti nostri associati. Fortunatamente i primi risultati sono incoraggianti ed è proprio dei primi di marzo la notizia dell’accoglimento del ricorso di un nostro associato con condanna dell’Agenzia delle entrate al rimborso degli importi pagati oltre gli interessi di legge.  Per maggiori informazioni sui requisiti Continua »

La Redazione La Redazione - 2 marzo 2015

Come calcolare l’anzianità di un rapporto ai fini del preavviso

Come devo calcolare il preavviso? La situazione per molti non è chiara e necessità di precisazioni specialmente in relazione al momento da prendere in considerazione per valutare l’anzianità del rapporto. Un agente monomandatario che lavora da 8 anni con un’azienda e che ha ricevuto disdetta chiede per esempio se ha diritto ad un preavviso di 6 mesi (come dice l’azienda) o di 8 mesi dal momento che quando il rapporto terminerà avrà maturato un’anzianità di 9 anni (9 anni e 3 mesi per la precisione). In realtà l’operato dell’azienda è corretto ed il termine di preavviso spettante nel caso di Continua »

La Redazione La Redazione - 20 febbraio 2015

La mandante deve conoscere quali sono gli altri mandati di un proprio agente?

Ci chiedono spesso se le aziende possano richiedere all’agente (plurimandatario) di fornire una dichiarazione sull’esistenza di altri mandati e la tipologia di prodotti per cui svolgono attività promozionale. Come è noto un agente plurimandatario può avere rapporti con più di una preponente e, normalmente, non è tenuto a fornire alcuna informazione in merito ai mandati in essere con altri soggetti. Può però accadere che alcune aziende vogliano conoscere i mandati in essere o che l’agente sottoscrive nel corso del rapporto, se tale richiesta è stata prevista e regolamentata dal contratto che l’agente ha sottoscritto (o da qualche successiva variazione contrattuale), l’agente Continua »

La Redazione La Redazione - 10 febbraio 2015

Da Pluri a Monomandatario. Pro e contro

Accade spesso che agenti plurimandatari, in realtà operino per una sola mandante. La situazione crea una certa confusione negli agenti che spesso chiedono chiarimenti su quali sono i loro diritti e se di fatto debbano essere considerati monomandatari. Visto che riceviamo molte richieste di chiarimenti sul punto, riportiamo, di seguito, la risposta fornita alcuni mesi fa ad un collega su tale questione.

Nel caso in cui l’agente è di fatto monomandatario ed è interesse di entrambe le parti che tale rimanga sarebbe opportuno evidenziare tale circostanza anche nel contratto. Ciò infatti garantirebbe all’agente un trattamento previdenziale migliore oltre al fatto di Continua »

La Redazione La Redazione - 2 febbraio 2015

Riunioni aziendali, a carico di chi sono le spese di viaggio e soggiorno?

Ci chiedete spesso di sapere a carico di chi sono le spese (viaggio e soggiorno) quando l’azienda convoca delle riunioni in sede.  In linea di massima se il contratto individuale non prevede nulla di specifico si deve far riferimento alla fonte normativa richiamata dal contratto stesso (codice civile o AEC di Settore e/o categoria). Ecco cosa prevedono sul punto la disposizione codicistica e le varie norme pattizie:

L’ultimo comma dell’art. 1748 codice civile prevede che: “L’agente non ha diritto al rimborso delle spese di agenzia”

L’articolo 5 dell’AEC del settore commercio del 20.3.2009 stabilisce che:

1. L’agente o rappresentante non ha diritto al Continua »