FederAgenti > Notizie > Enasarco e la formazione, occorre far luce
La Redazione La Redazione - 31 luglio 2017

Enasarco e la formazione, occorre far luce

I rappresentanti della Federagenti nel cda chiedono di annullare la convenzione con Promo.Ter Confcommercio

Su diversi organi di comunicazione abbiamo letto la recente notizia relativa al sequestro, avvenuto da parte del Nucleo speciale di Polizia Valutaria, di circa 5 milioni di euro per l’ipotizzato reato di truffa ai danni dello Stato, nei confronti dell’ente Promo.ter Lazio (l’Ente di formazione di Confcommercio Lazio) per l’organizzazione di “corsi fantasma” che sarebbero stati finanziati dal Fondo For.Te dal 2012 al 2014. Detta circostanza, seppure tutta da dimostrare e verificare nelle sedi opportune, ha indotto i due rappresentanti della Federagenti nel Cda della Fondazione a chiedere al presidente Alberto Costa, l’immediato annullamento a titolo cautelativo di ogni tipo di convenzione e collaborazione in atto tra Enasarco e Promo.ter Lazio, aventi ad oggetto l’erogazione di contributi per la formazione e l’aggiornamento professionale di cui sopra.