FederAgenti > Notizie > Enasarco ed i rapporti con i legali convenzionati
La Redazione La Redazione - 1 giugno 2017

Enasarco ed i rapporti con i legali convenzionati

Per Federagenti occorre cambiare subito le procedure

In questo periodo all’interno di Enasarco è in atto un dibattito su come diminuire i costi (circa 5 milioni di euro l’anno) che sostiene la Fondazione per l’affidamento dei servizi legali ad avvocati convenzionati. Ci si sta confrontando se sia ancora il caso di mantenere l’attuale modello oppure internalizzare il servizio attraverso avvocati “interni”. Nell’attesa di individuare quale sia la scelta migliore, è in corso di predisposizione una nuova convenzione che regoli più puntualmente il rapporto con gli avvocati “esterni”. Al di là del contenuto della nuova convenzione, per la Federagenti è importantissimo intervenire sulle procedure ed in particolare:

-          Sulle modalità di presentazione delle candidature da parte degli avvocati che si propongono per assistere la fondazione, che non possono avvenire tramite segnalazioni ma in risposta ad un avviso pubblico che Enasarco dovrebbe pubblicare su giornali e sito internet;

-          Sulle modalità di valutazione delle candidature pervenute, che non possono essere soggettive bensì oggettive in base all’utilizzo di fattori ponderali quali ad esempio una esperienza consolidata in materia di agenzia

-          Sulle modalità di affidamento della singola pratica ad un legale convenzionato piuttosto che ad un altro, che non possono avvenire sulla base di valutazioni soggettive bensì attraverso meccanismi oggettivi (ad esempio la turnazione) che considerino il numero delle pratiche affidate al singolo legale, l’importo ed il grado di difficoltà delle stesse

 

I rappresentanti della Federagenti all’interno del CdA Enasarco hanno chiesto in poche parole, al posto dell’attuale procedura in vigore all’Enasarco, l’applicazione totale dei principi ribaditi dall’ANAC (Autorità nazionale anticorruzione) di cui all’art. 4 del d.lgs. 50/2016 per l’affidamento esterno dei servizi legali da parte della fondazione,  e su questo non derogheranno.