Il Direttivo Federagenti per il prossimo quadriennio

FederAgenti > Notizie > Il Direttivo Federagenti per il prossimo quadriennio
Il Direttivo Federagenti per il prossimo quadriennio
Ecco le risultanze del Congresso Federagenti del 9 e 10 Maggio 2014
Condividi questo Articolo su:

Il Congresso Federagenti, composto dai delegati provenienti da tutta Italia in rappresentanza degli iscritti,  ha eletto all’unanimità i vertici dell’associazione che risultano i seguenti:

SEGRETERIA NAZIONALE

  • Segretario Generale: Luca Gaburro
  • Vice Segretario aggiunto : Loretto Boggian
  • Vice Segretario: Giuseppe Coppola
  • Membro di Segreteria: Fulvio De Gregorio
  • Presidente Onorario: Manfredo Cornaro

COMITATO DIRETTIVO NAZIONALE

  • Segretario Generale: Luca Gaburro
  • Vice Segretario aggiunto: Loretto Boggian
  • Vice Segretario: Giuseppe Coppola
  • Membro di Segreteria: Fulvio De Gregorio
  • Presidente Onorario: Manfredo Cornaro
  • Consigliere Nazionale: Raffaella Corsetti
  • Consigliere Nazionale: Angelo Marchi
  • Consigliere Nazionale: Francesco Cuccia
  • Consigliere Nazionale: Nicola Baldo
  • Consigliere Nazionale: Luca Orlando
  • Consigliere Nazionale: Roberto Lodi
  • Consigliere Nazionale: Luca Di Oto

COLLEGIO DEI SINDACI

  • Presidente: Enzo Pavesi
  • Sindaco: Susanna Baldi
  • Sindaco: Roberto Cossio

COLLEGIO DEI PROBI VIRI

  • Presidente: Bruno Ventriglia
  • Componente: Renato Lombardelli
  • Componente: Tiziano Veronese

Il Congresso ha altresì approvato all’unanimità la mozione finale che impegna l’associazione a “continuare a perseguire la riforma del sistema previdenziale di categoria con la confluenza dell’Enasarco in una diversa gestione previdenziale; chiedere l’abolizione degli Studi di settore; chiedere l’abolizione per legge dell’Irap per gli agenti operanti in forma individuale; chiedere agevolazioni fiscali tra cui in primis l’innalzamento dei limiti di deducibilità per l’autovettura ad almeno € 40.000,00; chiedere l’erogazione di un sussidio di disoccupazione per gli agenti che perdono tutti i mandati di agenzia, a prescindere dal requisito anagrafico; perseguire la crescita dell’associazione in termini di consenso, di numero sedi, di tipologia di servizi offerti all’iscritto (…) considerando sempre il principio fondante ed ispiratore della Federagenti che è sempre stato e continuerà ad essere quello della completa autonomia ed indipendenza dell’associazione rispetto a partiti, altre associazioni, lobbies o gruppi di interesse”.

 

 

Condividi questo Articolo su: