FederAgenti > Notizie > Le risultanze del convegno di Como
La Redazione La Redazione - 24 ottobre 2018

Le risultanze del convegno di Como

Condividi questo Articolo su:

Si è svolto lunedì 22 ottobre a Como presso Villa del Grumello il primo convegno provinciale Federagenti, dinanzi ad una attenta e partecipe platea di agenti e rappresentanti di commercio. Dopo i saluti del dott. Enrico Lironi presidente di Como Next e dell’assessore al commercio di Como Marco Butti, si sono succeduti gli interventi tecnici che hanno riguardato in particolare il nuovo regime della Privacy, la fatturazione elettronica e la carta carburante, nonché la tenuta della documentazione utile in caso di vertenza con la ditta mandante. Osvaldo Filippini, responsabile Federagenti Como, ha presentato i servizi che offre l’associazione e lo staff di consulenti esperti in campo legale, fiscale e previdenziale che assisteranno gli agenti iscritti lariani. Di seguito uno stralcio dell’intervento del segretario generale Federagenti Luca Gaburro, presente all’evento:”La nuova sede comasca, che si aggiunge alle diverse già presenti in Lombardia, dovrà divenire nei nostri intendimenti a breve il punto di riferimento non solo per gli agenti di questa provincia, ma anche per quelli di Lecco e Varese (…) ciò avverrà sicuramente grazie alla professionalità di Osvaldo Filippini, nuovo responsabile Federagenti da tanti anni stimato e riconosciuto consulente degli agenti di commercio della zona, ma non solo per questo. Sono diversi i motivi che potrebbero portare un collega agente ad iscriversi a Federagenti piuttosto che ad un altro sindacato (…) per quanto mi riguarda quello fondamentale risiede nella assoluta indipendenza e libertà della nostra associazione. Secondo noi o si rappresentano gli agenti o si rappresentano le mandanti, su questo non ci può essere nessun fraintendimento (…) Abbiamo scelto probabilmente il percorso meno agevole, perché sarebbe stato più facile una volta costituiti aderire ad una controparte già strutturata, essere ospitati nei suoi locali e sfruttare le risorse messe a disposizione, ma la nostra decisione di non fare una cosa del genere ci ha garantito e continua a garantirci la possibilità di tutelare la categoria senza subire alcun condizionamento di sorta, e penso che per gli agenti sia fondamentale sentire l’associazione realmente al proprio fianco, soprattutto quando si affrontano problemi con la ditta mandante (….). E questo gli agenti evidentemente lo percepiscono, e lo si è visto nelle prime elezioni Enasarco del 2016, che hanno avuto un grande pregio, quello di far capire a tutti – al di là delle chiacchere – quali sono le reali forze in campo e chi realmente rappresenta gli agenti. Nessuno infatti ora può nemmeno mettere in dubbio che la Federagenti sia di gran lunga l’associazione di riferimento della categoria (…) gli agenti che finalmente sono stati messi in grado di esprimere una preferenza l’hanno inequivocabilmente espressa a nostro favore (…) Qui a Como in qualche modo sta avvenendo la stessa cosa, da oggi finalmente gli agenti della zona hanno una alternativa che prima non avevano. Il nostro auspicio è che – come avvenuto con le elezioni Enasarco – scelgano Federagenti per farsi rappresentare ed assistere.”

Condividi questo Articolo su: