La Redazione La Redazione - 26 maggio 2015

Assemblea degli agenti alessandrini

Eletto il nuovo presidente Ettore Carozzo

Si è svolto il 25 maggio u.s. ad Alessandria l’assemblea degli agenti Assoal aderente Federagenti. Durante la riunione, dopo aver ratificato la nuova denominazione in “Associazione Agenti Alessandrini” ed eletto quale nuovo presidente il Dott. Ettore Carozzo, sono stati affrontati diversi temi di strettissima attualità per la categoria, dalle misure per uscire dalla crisi, al Fisco, alle elezioni Enasarco. Successivamente il segretario generale Federagenti Luca Gaburro ha voluto personalmente ringraziare il presidente uscente dell’associazione Dott. Luigi Brisone per l’opera prestata in tanti anni a favore della categoria. “L’affetto e la stima da parte degli iscritti mostrate in questa occasione è la testimonianza più efficace di come Brisone abbia svolto il Continua »

La Redazione La Redazione - 18 maggio 2015

Maturazione del requisito pensionistico e diritto alle indennità di fine rapporto

Una tra le domande più frequenti è volta a comprendere quando l’agente possa andare in pensione conservando il diritto a percepire le indennità di fine rapporto. È opportuno dire subito che occorre fare molta attenzione alla normativa che regola il contratto. Infatti in base alla dettagliata previsione contenuta nell’art. 10 dell’AEC Industria del 2014 l’agente conserva il diritto alle indennità di fine rapporto se matura:

- il diritto alla pensione di vecchiaia o vecchiaia anticipata Enasarco;

- il diritto alla pensione di vecchiaia o vecchiaia anticipata Inps.

Più restrittivo è invece la disposizione contenuta nell’art. 11 dell’AEC Commercio del 2009 in base alla Continua »

La Redazione La Redazione - 7 maggio 2015

Recesso in tronco ed onere della prova

Accade talvolta che il preponente receda in tronco dal contratto giustificando il fatto a causa del calo di fatturato rilevato nella zona di competenza dell’agente ed esimendosi così dal pagamento delle indennità di fine rapporto altrimenti dovute. È ovvio che in un eventuale giudizio potrebbe essere difficile per l’agente provare che quel calo non è a lui addebitabile. Sul punto è allora importante ricordare che per pacifica giurisprudenza, in siffatti casi, è onere del preponente fornire la prova di quanto asserito ed in particolare provare che il calo del fatturato nella zona dell’agente rappresenti un’anomalia rispetto per esempio ai dati Continua »